Giovedì 13 Gennaio, ore 20.00, Via Larga 49, Bologna, c/o Scalo San Donato.
(ingresso libero, circolo soggetto a tesseramento)

Noite Afrobrasil

a cura della Associazione Culturale Gastrobahia e Planimetrie Culturali

Cibo Tipico Brasiliano + Presentazione e Proiezione del Film di Paulo Betti: Cafundò (Sott. Italiano) basato sulla storia vera di Jose de Camargo, schiavo liberto nel Brasile di fine ’800 e vincitore del Festival di Cinema Afrobrasiliano di Berlino.

Noite Afrobrasil presenta SILVANIA NASCIBA‘ Samba e Choro: Silvania Nascibà (27 settembre 1981) ha una voce vellutata e tutta l’energia afro-brasiliana di Salvador de Bahia. Vincitrice del Festival di Pelago nel 2000 con il gruppo “Il sentiero dei Tamburi”, ha studiato violino, lirica e canto etnico. Ed è proprio nel campo della musica etnica che affondano le sue

radici e prendono corpo le sue interpretazioni. Dai classici del samba (“Tristeza pé no chão”, “Carinhoso”, “Lucidez”) alle perle meno conosciute della cultura verdeoro, fino alle note malinconiche dello choro, il suo repertorio è caratterizzato oltre che dall’interpretazione anche dal racconto: “Credo sia importante – dice – che le persone riescano ad avvicinare anche il significato di questa musica. Da qui è nata la mia idea di introdurre le canzoni con delle traduzioni in italiano”. Negli anni ha partecipato a numerose manifestazioni culturali tra le quali “Entofestival” di Bologna (2005) e ha fatto parte come corista del gruppo Black Bahia al festival di Gualdo Tadino “Mig.Fest storie e musiche migranti” (2008). Le ultime apparizioni sono state in occasione della XXII edizione della “Tre giorni in piazza- Fiere dell’Adda” a Pizzighettone, dell’evento culturale “ Un tè con le farfalle” presso il giardino dell’Orticultura di Firenze e dell’ “Oblate Suite”, rassegna di musica jazz e lounge a cura della caffetteria delle Oblate di Firenze (luglio- settembre 2010). Ad accompagnarla personaggi che suonano ormai da tempo nello scenario internazionale della musica brasiliana: Cesar Garabini (chitarra de sete cordas), Simone Martelli (Cavaquinho), Ricardo da Silva (percussioni)

a seguire Afrobrazilian Dj Set