Planimetrie Culturali

Questo utente non ha condiviso alcuna informazione biografica

Homepage: http://www.planimetrieculturali.org


Post di Planimetrie Culturali

imago preview

Segno #1 – IMAGO Festival Preview

Sorting for Different Arts Center, “Senza Filtro”, Via Stalingrado 59, Bologna, It.
Sabato 20  Aprile 2013, Homework in collaborazione con Planimetrie Culturali.
Osteria flipper’s e salotto Space dalle 19,30
dale 22,30 Ingresso 5 euro.

Segno #1 – IMAGO Festival Preview

IMAGO FESTIVAL / PREVIEW #1

In collaborazione con Vinilificio, ViNilo, SunsetRendevouz

IMAGO si rivela attraverso segni premonitori, preparando i suoi adepti alla celebrazione della grande cerimonia iniziatica, dove suoni ancestrali e visioni oniriche accompagneranno fin dentro l’intricata foresta dell’inconscio collettivo.

Il primo segno sarà, più propriamente, un solco, quello del vinile: questo primo rito si consumerà, infatti, danzando al ritmo di vibrazioni scaturite dalle incisioni su quella materia oscura e primitiva che è il vinile.

> Upstairs. Dalle 21,30

- Proiezione del documentario “Long Play – Il suono lungo del vinile” a cura di Vinilificio, Noctivaga Musica e Arancine.org

- Cristian Adamo dj set (Vinilificio, Original Cultures Rec.)

- Mercatino del vinile a cura di ViNilo

< Downstairs. Dalle 23,00

DUCT (UK – SHADES Rec)

Dale (SunsetRendevouz)

Bennet (Alivelab)

Jko (Alivelab)

DUCT (Shades rec)

All’anagrafe Luke Harris si è avvicinato inizialmente alla produzione di musica classica elettro-acustica per quartetti d’archi e per orchestra all’età di vent’anni, trovando poi una propria realizzazione artistica nel campo della club music durante una pausa dovuta alla frustrazione con le istituzioni classiche.

E’ attualmente un quinto dell’etichetta londinese Shades of Grey Recordings, caldeggiata da alcuni come una delle labels più competitive e in crescendo sulla scena della UK dance music contemporanea.

https://www.facebook.com/shadesrecs

http://www.sentireascoltare.com/recensione/10119/duct-circles-ep.html

IMAGO | 24-25 maggio 2013 | TPO – Bologna

Esiste una preistoria che si colloca nel tempo e una preistoria che è ancora qui, tra di noi, come un inconscio condiviso in cui tutti siamo autori e attori. In questo spazio remoto costellato di simboli, di richiami e apparizioni ha preso forma IMAGO.OGAMI è un festival nato da suggestioni ancestrali, una nuova emersione di quegli archetipi che pulsano nelle arti contemporanee, dalla musica alla visual-art.

IMAGO sarà preceduto da alcuni “Segni” che ne anticiperanno la celebrazione.

www.facebook.com/imagofestival

www.twitter.com/Imago_festival

www.vinilificio.com

www.planimetrieculturali.org

Circolo soggetto a tesseramento (5€)

Homework Festival

Senza Filtro


 

festa famiglia 7 aprile

Festa Formato Famiglia

Sorting for Different Arts Center, “Senza Filtro”, Via Stalingrado 59, Bologna, It.
Domenica 07  Aprile 2013, festa formato famiglia in collaborazione con Planimetrie Culturali.
Ingresso libero dalle 15, osteria dalle 19, spettacolo finale ore 21


 

robot 6 aprile

Harlem Shape → Tobi Neumann

Sorting for Different Arts Center, “Senza Filtro”, Via Stalingrado 59, Bologna, It.
Sabato 06  Aprile 2013, roBOt Festival, in collaborazione con Planimetrie Culturali :

TOBI NEUMANN

“Sorting for Different Arts Center” ospita una serata speciale denominata Harlem Shape, gioco di parole che fonde il celebre tormentone video-musicale del momento con il nome dell’associazione che da 6 anni porta avanti con successo il festival internazionale delle arti digitali: roBOT festival.

Anche se si annusavano da tempo, questa è la prima volta che Shape e Planimetrie collaborano e per farlo hanno scelto una festa che vede protagonista in consolle uno dei cavalli di razza della scuderia Shape: Tobi Neumann, colui che aveva il compito di chiudere sempre le stagioni con Unzip e Anderedo, durante il felice periodo passato al Kindergarten, presenza fissa garantita di ogni edizione del roBOt festival, geniale dj che riesce sempre a creare una grande empatia con staff e pubblico. Su www.robotfestival.it scrivono di lui: “… La grazia, l’entusiasmo, il talento con cui Tobi Neumann declina il verbo tech-house vanno al di là delle sue credenziali e della sua fama, comunque enormi entrambi, visto che parliamo di un dj e producer che è da anni a pieno titolo nella squadra Cocoon di sua maestà Sven, che si concede flirt e relazioni con altre label super (come la Mobilée), che è passato dai divertissement digi-pop-punk delle Chicks On Speed (da lui prodotte e remixate) al Gotha mondiale delle venue techno e house…”.

Ingresso 8€. Tessera Senza Filtro obbligatoria: 5€.

Per chi non conoscesse la location: Il Senza Filtro è l’ultima nuova bonifica culturale firmata dall’associazione Planimetrie Culturali che lavora da anni nella riqualificazione di spazi dismessi per restituirli alla cittadinanza. Un’infinità di metri quadri che fino a ieri rappresentavano un esempio di archeologia industriale in stato di abbandono e che oggi invece pullulano di iniziative, idee e progetti a base di musica, arte, sport e spettacolo a pochi passi dal centro di Bologna.


 

denise ion istambul

SPC ElectroWomenNights # 2

Senza Filtro, Sorting for Different Arts Center, Via Stalingrado 59, Bologna, It.
Sabato 13  Aprile 2013, PlaQ, in collaborazione con Planimetrie Culturali :

Some Prefer Cake | SPaCe | Fuoricampo  presentano:

♥ SPC ElectroWomenNights # 2 ♥

DENISE ION from ISTANBUL

DENISE ION – Istanbul

GOCCIA – Bologna

MARTA VAGANTE – Livorno

2° step di quattro eventi dedicati a live e dj set Electro Women, party di autofinanziamento di Some Prefer Cake – Bologna Lesbian Film Festival. Artiste, performer, band e djane attive sulla scena musicale contemporanea europea e internazionale electroclash/synthpop, progetti nati dall’incontro tra tecnologia, sperimentazione sonora e simboli della cultura queer.

Denise Ion – Istanbul
Dj resident in numerosi club di Istanbul dal 2004, Denise Ion è anche producer nei progetti ‘Tuuce’ e ‘FA’. Il suo sound è come uno specchio frantumato che lascia vedere angoli molteplici. Ha partecipato a festival con nomi come Ellen Allien & Apparat, Marilyn Manson, Groove Armada, Kelis, Radioslave, Jamie Lidell, Booka Shade.

Goccia – Bologna
Electronic, psy-trance, indie-rock. Dal 2010 suona sulla scena bolognese (fra gli altri Scalo San Donato, Kindergarten, Senza Filtro) con dj set potenti e che non vanno mai sotto i 130 bpm.

Marta Vagante – Livorno
Giovanissima dj e producer di musica elettronica, Marta Vagante è dj resident

al King Club di Livorno e a LaRoboterie.

lesbian group


 

hot head show

HOT HEAD SHOW at Bologna

Giovedi 25 Aprile 2013
Sorting for Differ ent Arts Center, “Senza Filtro”
Via Stalingrado 59, Bologna, It.

Planimetrie Culturali in collaborazione con Virus Concerti

Hot Head Show at Bologna

OSTERIA DALLE 19,30, INGRESSO 5 EURO DALLE 21
LIVE MIOTIC ORE 22:00
LIVE HOT HEAD SHOW ORE 23:00

They come from London here in “Belpaese” for display tteir first full lenghth Perfect after The Lemon Ep (2010) and Roma Live (2012). Trio, leading by Jordan Copeland (Steward Copeland’s son, memorable Ploce drummer), had make touring like opening act of Primus in Europe. Hot Head came in Italy last november for 4 gigs also in Rome where tey records last EP live…

arrivano da Londra nel ‘Belpaese’ per presentare il loro primo full length Perfect previsto per i primi del 2013, dopo i due fortunati ep The Lemon EP (2010) e Roma Live (2012).

Il trio, capitanato dal figlio d’arte Jordan Copeland (il padre è Steward Copeland, storico batterista dei Police), ha fatto da support ufficiale a tutto il recente tour europeo dei Primus, caldeggiati dallo stesso Les ClaypoolHanno già toccato la penisola nello scorso novembre con 4 concerti tra cui Roma e Milano, occasione appunto per registrare il loro ultimo EP live.

Press office per l’ Italia: Lunatik

“Sono londinesi, sono giovani, incoscienti e sfrontati: cercatevi il video su YouPorn, invece che su YouTube. 7/10″ (Sentireascoltare)

“un folle mix di punk e funk, con una punta di jazz” (Rolling Stone – Italia)

“Per una volta buon sangue non mente” (Ondarock)

video:

Payload: http://www.youtube.com/watch?v=P_1Zs-ZYw08

Bang Now: http://www.youtube.com/watch?v=EEIGOoxkLdc

link:

www.facebook.com/HOTHEADSHOW

www.hotheadshow.bandcamp.com

Ufficio Stampa PlaQ
Antonia Peressoni ( a.peressoni@gmail.com )

Promoter Virus Concerti

In apertura i casalinghi Miotic : Il progetto  nasce a Bologna nel 2010 da un’idea di Davide, Nicola (Overcrowded Duo) e Andrea (Nero di Marte). I tre provengono da differenti esperienze musicali ma trovano un punto d’incontro nelle sonorità math-rock, che ispirano la loro vena compositiva. Decidono di dare vita a questa collaborazione e dopo qualche mese di prove registrano l’omonimo EP di debutto autoprodotto, facendosi notare nell’ambiente underground italiano come abile trio strumentale capace di fondere con facilità momenti ritmici intricati ed aperture atmosferiche. Dopo numerosi concerti tornano in studio a Gennaio 2013 per la seconda volta con Riccardo Pasini allo Studio 73 (Ravenna) per registrare il primo Full Length. In questo lavoro le componenti math-rock e noise si sono intensificate maggiormente; la costante ricerca di un suono e di uno stile personale, insieme al particolare approccio al songwriting, rende la loro proposta musicale caotica e fluida allo stesso tempo.


 

FM Einheit Bologna 2013

FM EINHEIT (Einstuerzende Neubauten) and IRMLER (Faust)

Venerdì 10 Maggio 2013
Sorting for Differ ent Arts Center, “Senza Filtro”
Via Stalingrado 59, Bologna, It.

Tiket 15,00 – Live 22.30

Off Set con il Patrocinio di Planimetrie Culturali, presenta:

Fm Einheit + Irmler
Two giants of German avant-garde pop music.

Hans Joachim Irmler is the founding member of the krautrock legend Faust, inventors of industrial rock.
FM Einheit is a former member of Einstürzende Neubauten and a recognized industrial percussionist.

FM Einheit was a key member of the industrial noise band Einstürzende Neubauten until he left the group in the mid-90s (‘boredom’ was one reason for leaving, he says). Claiming to hear things other people wouldn’t notice, he is always looking for particular sounds to fit his ideas and he usually finds them by behaving ferociously with industrial construction elements and various tools and devices. Einstürzende Neubauten concerts were parades of custom-made instruments and today, FM is a radical representative of this approach, collaborating with different people on concerts, theater and radio projects. Hans-Joachim Irmler, the other German legend here, is the keyboard man of Faust, who are still active and even preparing the release of a new studio album in 2010. The members of the mythical Krautrock band, even though experimenting with concrete sounds like E.N., rather fiddled with studio techniques and electronics, but both groups share the idea of building an idiosyncratic language beyond academic conventions.

Ufficio Stampa PlaQ
Antonia Peressoni ( a.peressoni@gmail.com )

Riciclaggio Urbano Bologna


NEW EVENT


 

SPC ElectroWomenNights # 1

>>> SPC ElectroWomenNights # 1 <<<

Sabato 16 marzo dalle 23
@ Senza Filtro, via Stalingrado 59 – Bologna

Osteria Open 19,30
SPaCe Open 20.30
KALTÈS (ANNA OTTO) – BERLIN
MARZIA STANO (UNA | JOLAURLO) – BOLOGNA
MIGHTY MAU - BOLOGNA

1° step di quattro eventi dedicati a live e dj set Electro Women. Primo di quattro party dedicati all’autofinanziamento di Some Prefer Cake – Bologna Lesbian Film Festival. ElectroWomenNights è una carrellata di artiste, performer, band e djs attive sulla scena musicale contemporanea e sperimentale europea e internazionale electroclash/synthpop. Progetti nati dall’incontro tra tecnologia e suono e simboli della cultura queer.

KALTÈS (ANNA OTTO)BERLIN

Kaltès è un’artista, dj e producer che vive a Berlino.
Musicista di formazione, appassionata e collezionista di strumenti strani e rari, nel duo Anna Otto lei è la metà infatuata del suono. È conosciuta anche come “The Slap” per il suo progetto “Ottoman & The Slap” e come promoter per “It’s Not Only Techno, Baby!”, un evento che organizza regolarmente a Istanbul.

https://www.facebook.com/kaltesandfriends
https://soundcloud.com/kaltes

MARZIA STANO (UNA | JOLAURLO) – BOLOGNA

Marzia Stano eclettica artista attiva nel panorama indipendente musicale italiano, ha aperto i concerti di artisti del calibro di Siouxie, Iggy Pop e Misfits. Songwriter, front woman e fondatrice della band Jolaurlo, videomaker e dj, è attualmente impegnata alla pubblicazione del suo nuovo disco solista per il progetto “UNA”, anticipata da un tour in America e nelle principali città europee come Parigi, Bruxelles e Berlino.

https://www.facebook.com/marzia.stano1/info
https://www.facebook.com/UNAofficial
https://www.facebook.com/jolaurlo

MIGHTY MAU – BOLOGNA

Mighty Mau (Claudia Mauti) dj di formazione indie-new wave ha seguito sempre attivamente la scena musicale non-mainstream ampliando i suoi orizzonti di riferimento di pari passo con l’estendersi delle commistioni tra musica cosiddetta alternativa e club culture. Frequentatrice assidua di concerti e festival internazionali, Mighty Mau negli anni ha partecipato ad eventi e serate in tutta Italia e all’estero (Berlino, Londra, Lisbona, Croazia). Cura un suo programma radiofonico “Mighty FM” a Radio Kairos composto da monografie e puntate tematiche dall’approccio enciclopedico, didattico, autoreferenziale e autoironico.

https://www.facebook.com/mightyfm.radiokairos?fref=ts
http://www.mightyfm.blogspot.it/

info@someprefercakefestival.com
info@fuoricampo.net


 

27 Aprile bologna, Senza Filtro

LOMBROSO / THE CHARLESTONES → on Live

27 Aprile 2013, Bologna
Senza Filtro, Sorting for Different Arts Center, Via Stalingrado 59
PlaQ in collaborazione con Virus Concerti:

LOMBROSO / THE CHARLESTONES → on Live

Osteria Open 19,30, Ingresso 7 euro dalle 21:00

ore 22:00
LOMBROSO

I Lombroso sono un duo: Dario Ciffo alla chitarra e voce e Agostino Nascimbeni alla batteria e voce.

Amici di vecchia data hanno deciso di volere suonare insieme in seguito ad una esibizione live improvvisata qualche ora prima di salire sul palco; dato l’esito entusiasmante i due decidono di non aggiungere nessun altro nella formazione e di dedicarsi immediatamente alla creazione di musica propria. La loro musica attinge a sonorità anni sessanta e settanta ma con un’attenzione particolare rivolta alla melodia tipica della forma canzone e verso una “ritmicità” incalzante che vuole coinvolgere chi si mette all’ascolto. Dario Ciffo, ex-violinista degli Afterhours, ha alle spalle un’intensissima attività live sui palchi di tutt’Italia e ha avuto il piacere di collaborare e suonare con moltissimi artisti italiani e stranieri (David Byrne, Cristina Donà, Bluvertigo, Tiromancino, Scisma, Mercury Rev, Twilight Singers). Agostino Nascimbeni, in veste di batterista, ha fatto ballare per anni nei fumosi locali milanesi con “fedelissime” cover band dei Beatles e di rock n’roll degli albori. Ha inoltre accompagnato Will Young durante la tournee 2003-04.

27 Aprile bologna, Senza Filtro

ore 23:00
THE CHARLESTONES

La mitologia del brit-pop non muore mai, ma il secondo disco dei The Charlestones è anche molto altro. Se l‘esordio “Out From The Blue” rivisitava da un punto di vista personale quarant‘anni di sonorità popular d‘Albione, il nuovo lavoro “Off The Beat” allarga le influenze e racchiude in nove tracce (più una bonus-track) un suono più maturo e personale, inevitabilmente destinato a rimanere ben oltre le mode e i rimandi. Registrato presso il Moscow Recording Studio di Udine da Davide Croatto, con la produzione artistica e il mix di Davide Massussi (già al lavoro per i due dischi dei Trabant e il primo disco dei Charlestones), “Off The Beat” ha nel titolo un vero e proprio manifesto programmatico di tutto il lavoro. E allo stesso modo la title-track ne rappresenta gli intenti: un brano dal passo poderoso e ritmico, che rapisce all‘ascolto grazie al cantato energico di Mattia Bonanni.

26 aprile 2013 senza filtro bologna

The Charlestones sono Mattia Bonanni (voce,chitarra) Gian Marco Crevatin (chitarra) Matteo Peresson (basso) e Federico Pellizzari (batteria).

Nati nel 2008, i quattro ventenni prendono il nome da un negozio di cianfrusaglie e nel 2009 pubblicano l’EP “Don’t Believe In the Man With Braces and Belt”.

Nel 2010 ritornano negli studi dell’etichetta Moscow dove Davide Croatto e Davide Massussi registrano e mixano il loro primo Full Lenght: “Out From The Blue”. Il disco è stato scritto tra l’Italia e Parigi, città natale del cantante Mattia Bonanni. Anche la musica guarda oltre i confini italiani, ricollegandosi al rock anglosassone più e meno recente e al brit pop in particolare. Mentre il primo singolo estratto dal disco, Westfora Carillon, viene scelto come singolo della settimana da iTunes Italia (totalizzando quasi 6000 download nell’arco di pochi giorni), la band incomincia il tour promozionale esibendosi in alcuni importanti eventi nel nord Italia.

Il 14 aprile 2011 esce in esclusiva sul portale Rockit il primo video ufficiale e la band viene confermata nelle line-up dei festival estivi MI AMI 2011 e HEINEKEN JAMMIN’ FESTIVAL, aprendo il concerto a Elbow, Verdena, Interpol Fabri Fibra e Negramaro. Nel corso dell’estate poi, suoneranno come gruppo spalla a gruppi come Marlene Kuntz e Le Luci della Centrale Elettrica.

Ad ottobre 2011 la band viene scelta dal portale MTV New Generation come artista del mese. Il video di Westfora Carillon entra in rotazione sul canale MTV e i Charlestones ospitati alla trasmissione Hitlist Italia. A novembre sono scelti come gruppo spalla per il concerto dei White Lies al teatro Geox di Padova, e l’indomani incominciano le registrazioni del loro secondo disco, la cui uscita è prevista per settembre 2012.

Il 29 Maggio pubblicano il loro nuovo singolo, “She Was a Firework”, in anteprima esclusiva sul portale MTV e presentato ufficialmente in occasione dell’esibizione al Vinile Festival di Cittadella di spalla ai Black Lips.

A Luglio 2012 vengono confermati ufficialmente come band di supporto per il tour italiano dei Crookes e a fine mese si esibiscono da apertura al concerto dei Kasabian al palazzetto di Tarvisio.

L’8 agosto il primo disco “Out From The Blue” viene ristampato e distribuito dalla This Time Records di Tokio in un’edizione originale per il mercato giapponese. Le sonorita’ riconducono al panorama musicale d’oltremanica, Britpop in primis e in generale, ma non solo. “Ragazzi cresciuti tifando Oasis” recitano alcune recensioni del loro primo lavoro, ed e’ proprio cosi’.


 

Bologna 4 Maggio 2013

Forum Nazionale “Salviamo il Paesaggio, Difendiamo i Territori”

4 Maggio 2013, Sorting for Different Arts Center, Via Stalingrado 59, Bologna, It.
Ingresso libero

“Salviamo il Paesaggio, Difendiamo i Territori”

.

Forum italiano dei movimenti per la terra e il paesaggio

Comunicato stampa del 29 aprile 2013

Sabato 4 maggio, a distanza di un anno e mezzo dalla sua costituzione, il Forum nazionale “Salviamo il paesaggio” (www.salviamoilpaesaggio.it) tiene a Bologna la sua terza assemblea nazionale.
Da fine ottobre 2011, la rete è cresciuta e oggi ne fanno parte ben 911 organizzazioni, 90 nazionali e 821 tra associazioni e comitati locali.

Tra gli obiettivi dell’assemblea, quello di tratteggiare un punto della situazione sulle azioni fin qui sviluppate : dal “censimento del cemento” alle proposte formulate al consiglio dei ministri in merito al cosiddetto ddl “Salva suoli”, fino al documento per punti prioritari trasmesso ai candidati alle ultime elezioni di febbraio e sottoscritto da una ventina di parlamentari eletti.

Siamo consapevoli che il ruolo del Forum, attraverso le sue 150 articolazioni locali, sia diventato sempre più indispensabile perché capace di fornire risposte congiunturali alle molteplici “sfide” che la crisi economica, che colpisce in modo particolare il settore dell’edilizia residenziale, l’industria del cemento e le grandi opere, pone al Paese -spiega la segreteria del Forum-. L’unica risposta plausibile è di chi, pur a fronte di questa situazione, resta consapevole che l’esigenza prioritaria è quella di arrestare il consumo di suolo nel nostro Paese, e che un nuovo modello di ‘sviluppo’ debba fondarsi sulla diffusione di valori diversi da quello del calcestruzzo: la Repubblica fondata sul cemento che consuma territorio non esiste più, è finita”.

L’assemblea nazionale di “Salviamo il paesaggio”, per la prima volta in Emilia-Romagna, si svolgerà a Bologna -in via Stalingrado 59- presso lo spazio “Senza filtro”, che rappresenta un esempio concreto di riutilizzo virtuoso del patrimonio edilizio esistente: si tratta, infatti, di una fabbrica dismessa oggi riconvertita in spazio a disposizione del quartiere, e gestita dall’associazione “Planimetrie culturali” (qui potrete trovare maggiori informazioni sul progetto: http://www.altreconomia.it/site/fr_contenuto_detail.php?intId=3997&fromRivDet=151)

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Mattina (ore 10/13):

Assemblea interna alla rete

Pomeriggio (ore 14/18):

Discussione plenaria aperta ad associazioni e istituzioni per pianificare i dettagli della campagna nazionale rivolta alla richiesta di “censimento” dello stock edilizio sfitto, vuoto o non utilizzato in ciascuno dei Comuni italiani; avanzamento dell’iter della possibile Proposta di legge d’iniziativa popolare “Salviamo il paesaggio”; contributi per il sostegno della legge “Salva suoli agricoli” che giace in Parlamento; proposte per il riorientamento del comparto edile nazionale verso il recupero del patrimonio edilizio esistente.

Tutte le informazioni logistiche le potrete ricavare da qui:

http://www.salviamoilpaesaggio.it/blog/2013/04/assemblea-nazionale-4-maggio-2013-bologna/

Per interviste e maggiori informazioni:

Gabriele Bollini, gabollini@gmail.com (335 7801331)

Roberto Burdese, r.burdese@slowfood.it (335 6451466)

Domenico Finiguerra, domenico.finiguerra@gmail.com (338 4305130)

Luca Martinelli, luca@altreconomia.it (349 8686815)

Alessandro Mortarino, info@stopalconsumoditerritorio.it (333 7053420)

Il Forum italiano dei movimenti per la terra e il paesaggio/”Salviamo il paesaggio” è stato costituito formalmente il 29 ottobre 2011 a Cassinetta di Lugagnano (Milano).

Si tratta di un aggregato di associazioni e cittadini di tutta Italia (sul modello del Forum italiano dei movimenti per l’acqua), che, mantenendo le peculiarità di ciascun soggetto aderente, intende perseguire un unico obiettivo: salvare il paesaggio e il territorio italiano dalla deregulation e dal cemento selvaggio.

Vi aderiscono attualmente migliaia di persone a titolo individuale e 911 organizzazioni (90 associazioni nazionali e 821 tra associazioni e comitati locali), tra cui tutte le principali realtà italiane operanti nel campo della salvaguardia del territorio, dell’ambiente, del paesaggio e dei suoli agricoli, associazioni fra enti locali, urbanisti e architetti, agronomi, associazioni agricole e turistiche; l’elenco aggiornato è visibile qui: http://www.salviamoilpaesaggio.it/blog/info_sul_forum/associazioni-aderenti-2/).

Per informazioni sull’assemblea: info@salviamoilpaesaggio.it

http://www.salviamoilpaesaggio.it/blog/

FACEBOOK

Bologna 4 Maggio 2013


 

hardcore-tamburo

HARDCORE TAMBURO: “KLEINER MANN” TOUR 2013

12 Aprile 2013, Sorting for Different Arts Center, Via Stalingrado 59, Bologna, It.
Ingresso 8 euro riservato ai soci

Plaq in collaborazione con Virus Concerti presentano:

—————————-

HARDCORE TAMBURO: “KLEINER MANN” TOUR 2013
Live Show 23:00

—————————-

Il primo disco degli Hard Core Tamburo, Kleiner Mann, uscito lo scorso 15 gennaio ha avuto subito un successo strepitoso con più di 2000 dowload dalla pagina de La Tempesta e con una caldissima accoglienza della critica.

Primitivo Industriale” è la definizione che loro stessi danno al loro genere e al loro stile: un collettivo di percussionisti, identificati solo da un numero, con la voce di Gian Maria Accusani che canta in tre lingue diverse, sempre distorta e bassissima.” – IMPATTO SONORO

“Siamo davanti ad uno dei progetti italiani più interessanti degli ultimi anni. Gli Hardcore Tamburo danno spazio alla loro anima “primitiva” e rumoristica ma non disdegnano di far emergere altri lati della loro musica e questo non fa che rafforzare la consistenza e le prospettive di questa formazione.” – SONOFMARKETING

Ora, la Piccola Orchestra Urbana, è pronta a lasciare le stanze della sala registrazione per lanciarsi in un tour che la porterà a percorre tutta l’Italia.

“KLEINER MANN” TOUR 2013

15/03/13 Prato @ Capanno Black Out

16/03/13 Salerno @ Mumble Rumble

06/04/13 Rosà (VI) @ Vinile Club

12/04/13 Bologna @ Senza Filtro

24/04/13 Pescara @ Tipografia Club

27/04/13 Roncade (TV) @ New Age